Annuncio

Collassa
No announcement yet.

ITA 18 luglio 2008

Collassa
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Mostra
Pulisci Tutto
nuovi messaggi

    ITA 18 luglio 2008

    USA 3 dicembre 2007 #5199

    Alla stazione di polizia Storm attende insieme ad un impaziente Stephen, che è stato ammanettato, l’esito della perizia sulla pistola. Quando Baker gli chiede come la pistola sia finita nella sua stanza, Stephen ribadisce di essere innocente, pur ammettendo di odiare Stephanie, e ipotizza che qualcuno lo abbia voluto incastrare. Baker gli chiede chi possa aver fatto una cosa del genere, così Stephen insinua che possa trattarsi dei Forrester. In quel momento giunge Charlie con il rapporto balistico, che stabilisce che la pistola trovata nella suite di Stephen è stata ripulita dalle impronte digitali, mentre i proiettili combaciano con quello estratto dal corpo di Stephanie. Poiché Charlie conclude che evidentemente hanno trovato il colpevole, Stephen protesta, così come Storm che ricorda le accuse di Stephanie a Donna e poi a tutti i Logan. Baker dice di sapere che Storm è innocente, perché al momento dello sparo era al telefono con Charlie. Poi dice a Charlie di schedare Stephen, mentre Storm promette di dimostrare la sua innocenza.



    Ridge, Pam ed Eric fanno visita a Stephanie, che si dice nervosa per la sua permanenza in ospedale, anche con la guardia messa fuori dalla stanza da Eric. Quest’ultimo ricorda di credere all’innocenza di Donna, per cui suggerisce di preoccuparsi del vero colpevole. Mentre lavora a maglia, Pam suggerisce a Stephanie di stilare una lista con tutti i suoi nemici. Stephanie insiste nell’accusare Donna, ricordando il violento diverbio che hanno avuto nello showroom. Ridge concorda sul fatto che Donna possa aver avuto il movente e l’opportunità, mentre Eric sottolinea che anche altri possono aver avuto le stesse possibilità e motivazioni, citando ad esempio Stephen. Stephanie concorda su Stephen e ricorda che anche Brooke ha avuto da ridire con lei. Ridge quindi si affretta a smentire le accuse contro Brooke, mentre Pam gli chiede se Brooke abbia un alibi. Considerando gli altri sospettati, Stephanie chiede di Katie, ma Ridge ritiene che la piccola Katie non sia in grado di far male a nessuno. Stephanie quindi aggiunge Jackie e Nick, e a tal proposito Eric dice di aver appreso da Clarke che Jackie è fuori città. Ridge allora decide di recarsi alla Spectra per parlare con Nick.
    Appena Pam esce per prendere un caffè, Stephanie chiede ad Eric di avvicinarsi al letto per parlare del fatto che presto tornerà a casa con lui; Stephanie promette di comportarsi bene, ma Eric le dice di stare tranquilla e si dice sicuro che starà benissimo con Pam che la accudirà in casa. In quel momento rientra Pam, che non sembra molto felice nel vedere Eric e Stephanie parlare così vicini.



    Brooke va in albergo da Stephen e si stupisce nell’apprendere dell’arresto del padre. Donna la informa che Storm è alla stazione di polizia per assistere il padre, convinto che si tratti di un errore. Katie si chiede come le sorelle possano essere sicure dell’innocenza del padre, visto il suo comportamento non solo alla sfilata ma anche in albergo da Stephanie quando ha cercato di buttarla giù dal balcone. Aggiunge di non faticare ad immaginare che Stephen possa aver usato l’episodio della sauna come una scusa per andare contro Stephanie, ma Donna non riesce ad immaginare che suo padre possa essere contrariato con una persona tanto da spararle. Katie allora le ricorda che la polizia ha ritrovato la pistola di Brooke nella suite per cui, se non è stato Stephen a nasconderla, deve essere stato qualcun altro visto che solo i Logan conoscevano il posto in cui si trovava la pistola. Brooke e Donna dicono quindi di aver avuto entrambe delle aspre discussioni con Stephanie dopo la sfilata, ma ciò non ha implicato che loro le abbiano sparato. Katie ricorda di essere rimasta in bagno tutto il tempo, e poi chiede a Brooke dove si trovasse lei; Brooke risponde di essere impegnata a rilasciare delle interviste e poi esprime il suo disappunto circa la situazione in cui versa la sua famiglia. Donna si sente in colpa, ritenendosi l’artefice del ritorno di Stephen a Los Angeles.



    Il tenente Baker va a trovare Stephanie e le mostra la pistola trovata; Stephanie la riconosce come la pistola che tempo prima aveva donato a Brooke. Appena apprende dell’arresto di Stephen, Stephanie si affretta a scusarsi con Eric per l’accusa che ha mosso contro Donna, mentre Baker li informa che stanno schedando Stephen proprio in quel momento.



    Alla Spectra, nell’ufficio di Jackie, Clarke chiede a Nick se abbia notizie della madre, visto che Eric l’ha cercata. Poiché Clarke esprime delle perplessità a proposito dell’eventuale ruolo di Jackie nel tentato omicidio di Stephanie, Nick lo invita a dimenticare le sue congetture. Clarke allora gli chiede come faccia ad essere sicuro che non sia stata Jackie a sparare, a meno che non sia stato lui stesso. Nick allora fulmina Clarke con lo sguardo e si affretta a cercare di contattare Jackie.



    Intanto Ridge si precipita nell’ufficio di Nick, chiedendo di sapere dove fossero lui e sua madre al momento dello sparo. Nick allora ipotizza che Stephanie si sia sparata da sola per stare al centro dell’attenzione, visto che l’accordo con Eric era di tenere Stephanie lontana dalla compagnia. Mentre Ridge spiega che quello non sia un buon motivo per spararle, Nick asserisce che Stephanie debba pagare per tutto quello che ha fatto. Ridge allora gli chiede se non abbia voluto farsi giustizia da solo, ma prima che Nick possa rispondere riceve una chiamata che lo informa dell’arresto di Stephen.



    Alla stazione di polizia intanto Stephen consegna i suoi effetti personali, mentre Storm promette di farlo uscire immediatamente di prigione. Stephen intanto chiede di poter effettuare la chiamata che gli spetta di diritto: sceglie di chiamare Stephanie, che in quel momento sta parlando di lui con Eric e Pam. Sentendo la voce di Stephen, Stephanie gli dice di sperare che gettino via la chiave della sua cella; Stephen invece le raccomanda di non rilassarsi e non abbassare la guardia perché il vero colpevole è ancora in circolazione e potrebbe pensare di concludere la sua opera. Appena Stephanie riattacca, Eric le chiede cosa volesse Stephen. Stephanie gli riferisce tutto e si chiede se per caso Stephen non possa avere ragione. Quindi rabbrividisce al pensiero che il colpevole possa essere libero e si chiede chi possa odiarla così tanto da volerla vedere morta.

    Ultima modifica di Andrea Spectra; 12-07-2008, 22:23.

    Dopo due dècadi
    decàdi.
Working...
X