Annuncio

Collassa
No announcement yet.

[CALCIO] Champions & Europa League 2012/13

Collassa
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Mostra
Pulisci Tutto
nuovi messaggi

    Prima che le folate di calciomercato cancellino gli ultimi ricordi, ecco la nostra formazione ideale della Champions appena conclusa. Non c’è Messi, appannato da un infortunio e totalmente assente nelle trasferte di San Siro e Monaco di Baviera. Il sistema di gioco è il 4-1-4-1, adattamento iperoffensivo del 4-2-3-1 che ha ispirato il trionfo del calcio tedesco. Scelta necessaria per far convivere il talento degli uomini d’attacco. L’allenatore è Manuel Pellegrini, quello che ha ottenuto il risultato migliore in rapporto alle qualità dei suoi giocatori: a 2′ dalla fine dei quarti il suo Malaga era tra le prime 4 d’Europa con gli scarti di Bayern (De Michelis), Roma (Julio Baptista e Antunes), Valencia (Joaquin) e Blackburn (Santa Cruz).Portiere: NEUER (Bayern Monaco) - Poco impegnato nel cammino verso Wembley. Un errore grave all’Emirates nell’andata degli ottavi, parate decisive a risultato in bilico nella finale. Il più affidabile e continuo. Menzioni speciali per Caballero (fenomenale nelle due gare del suo Malaga contro il Borussia) e Diego Lopez (determinante nel doppio Real-Manchester United).
    Laterale destro: LAHM (Bayern) -Stagione portentosa. Cross, assist, corsa e più tecnica rispetto a Piszczek, altro interprete notevole del ruolo in chiave postmoderna.
    Difensore centrale/1 : VARANE (Real Madrid) - Il difensore del terzo millennio. 20 anni, pulito, elegante, forte di fisico e di testa, velocissimo. Ha resistito uno contro tutti al Bernabeu contro lo United ma non ha potuto arginare l’uragano Lewandowski nella semifinale d’andata. Una delle migliori eredità lasciate da Mourinho al Real.
    Difensore centrale/2: THIAGO SILVA (PSG) - Leader del reparto più debole del Paris. Magnifico nelle due sfide contro il Barcellona nei quarti.
    Laterale sinistro: ALABA (Bayern) - Un’ala aggiunta. Progressi costanti, personalità consolidata dopo le dimostrazioni dell’anno scorso (gelido ai rigori nella semifinale del Bernabeu) con iniziative sfrontate come il tiro dopo pochi secondi che ha impallinato Buffon.
    Centrocampista centrale/1 : VIDAL (Juventus) - Trascinatore nella gloria (gol su una gamba sola a Stamford Bridge) e nella disfatta (ultimo a mollare all’Allianz Arena). Il vero top player della Juve.
    Esterno di destra: ROBBEN (Bayern) - L’uomo del destino. Entrato con la Juve solo a causa dell’infortunio di Kroos, ha fatto a pezzi i bianconeri. Gol nelle due semifinali e a Wembley, dopo gli errori che avevano rivitalizzato i fantasmi della finale mondiale 2010 a Johannesburg.
    Centrocampista offensivo/1: MÜLLER (Bayern) – Il prototipo del total player. Tecnico, tempista negli inserimenti, collaborativo nel pressing, freddo davanti alla porta. 8 gol come Messi. L’MVP assoluto di questa Champions.
    Centrocampista offensivo/2: REUS (Borussia Dortmund) Formidabile debutto in Champions a 23 anni. Gol in trasferta con City, Real e Ajax nel girone e in casa al Malaga nell’assalto vincente dei quarti. Con Gundogan il migliore dei suoi a Wembley, responsabilizzato e non limitato dall’assenza di Götze. Il pilastro del nuovo Borussia.
    Esterno di sinistra: CRISTIANO RONALDO (Real) - Frenato da problemi fisici nelle semifinali con il Borussia ma strepitoso nella prima fase (gol a City e Dortmund), a segno all’andata e al ritorno sia contro il Man United negli ottavi che col Galatasaray nei quarti. Trascinatore senza abbastanza squadra sulle spalle per arrivare fino in fondo.
    Centravanti: LEWANDOWSKI (Borussia) - L’attaccante del terzo millennio. Tecnica e sacrificio al servizio del gol e della squadra. Champions aperta dal gol della vittoria sull’Ajax (fondamentale per caricare psicologicamente i suoi) e chiusa dalla sontuosa quaterna al Real Madrid. Con questa classe e questa fame, avrà tempo e modo di riprendersi la coppa sfuggita a Wembley
    sigpicuna donna così cade sempre in piedi

    Commenta


      io del Real inserirei pure Modric in rosa del dream Champions 2013 .. il piccolo furetto croato s'è sempre divincolato dalle asfissianti marcature avversarie con classe e tenacia .. l'avesse utilizzato più spesso Josè forse con lui dietro qualche gol in più Cr7 l'avrebbe fatto
      sigpicuna donna così cade sempre in piedi

      Commenta

      Working...
      X